Marketing Omnicanale

Il negozio omnicanale

Dopo una piccola pausa eccoci di nuovo qui, sempre al servizio delle piccole e medie imprese italiane. Oggi parliamo di negozio omnicanale.

Quando affrontammo il tema del touchpoint, sottolineammo più volte l’importanza di creare vari punti di contatto, anche nel proprio negozio, con il potenziale cliente. Il mondo del retail evolve quotidianamente, così come il consumatore, sempre più aggiornato, informato e connesso. Secondo numerose ricerche d’oltreoceano oltre il 70% di questi prima di entrare in negozio ricerca un prodotto sul suo smartphone per verificarne qualità e prezzo. Si capisce, dunque, che per arrivare al cuore del consumatore si devono necessariamente sostituire le tradizionali tecniche di vendita con un tipo di marketing detto “omnicanale“. Ma che cos’è? Lo spieghiamo brevemente.

“Omni” è una parola latina che indica il tutto, per il commerciante si traduce in connettere tutte le informazioni tra loro attraverso i canali su cui si è presenti. La parola chiave è “integrazione“. Sfruttando tutti i canali possibili, diamo al consumatore la possibilità, ad esempio, di scegliere e comprare un nostro prodotto online e ritirarlo comodamente in negozio. Non stiamo parlando solo di e-commerce. Attraverso il marketing omnicanale è possibile aumentare la propria visibilità, sia online che offline, ottenere più conversioni e naturalmente fidelizzare e acquisire nuovi clienti. Omnicanale significa guadagnarsi la fiducia del consumatore, personalizzare i prodotti in base alle esperienze del singolo cliente, ascoltare la propria audience e interagire con essa attraverso i social media.

Omnicanale in pochi punti:

  • Qualità prima che quantità;
  • Aggiungere in modo graduale nuovi canali di contatto (shop online, social network, ecc.) con il proprio target;
  • Costruire la fiducia con un continuo dialogo, avendo sempre prezzi uniformi sui vari canali utilizzati;
  • Lavorare sodo su scorte, spedizioni e pagamenti (fondamentale per l’e-commerce);
  • Ascoltare e costruire le esperienze del consumatore;
  • Interagire con il target attraverso i social media, servizi di fidelizzazione, coupon digitali, contest a premi, ecc.

Insomma, un approccio al cliente a 360° che deve unire lo spazio fisico (il negozio) a quello virtuale (e-commerce, social media, ecc.). Bisogna rendersi conto che il consumatore è cambiato (anche in Italia!) e con lui anche le modalità ed esperienze d’acquisto.

Non hai ancora un tuo canale di vendita online? Il web mette a disposizione numerose piattaforme per la creazione di negozi virtuali, senza dover per forza essere un “mago dei computer”. Nel prossimo articolo, illustreremo come aprire il proprio shop online attraverso alcuni strumenti gratuiti disponibili in rete.

Press Start!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...